FAT – Festa Altri Teatri. La serata dedicata alla danza contemporanea umbra

A Giugno tornano i Corsi di Formazione di Marte Live!
13 Giugno 2013
L’ Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 17 al 23 giugno 2013
17 Giugno 2013

FAT – Festa Altri Teatri. La serata dedicata alla danza contemporanea umbra

FAT nasce nel 2009, da un’idea della compagnia Déjà Donné (una delle associazioni di N.U.DA Contemporanea), come occasione di scambio e confronto sul territorio fra il pubblico e gli addetti ai lavori, un momento in cui la performance può essere consumata in maniera semplice e diretta. Una vera e propria festa dell’arte performativa, un luogo di incontro dove la danza si fonde con le arti visive e con il multimediale senza confini e barriere.

Dal 2012 N.U.DA. Contemporanea, in accordo con i suoi associati, ha fatto sua l’iniziativa organizzando tre eventi dedicati alla danza contemporanea in tre diverse location umbre: Umbertide, Perugia e Tuoro sul Trasimeno.

L’intento principale che ha unito e caratterizzato gli eventi, oltre quello della festa, è stato quello dell’incontro e del confronto artistico.

Amina-Amici-Photo Lesar Stepputat

Dopo il successo dei FAT 2012, N.U.DA. Contemporanea ha deciso di portare avanti il progetto anche nell’anno 2013, proponendo Venerdì 21 Giugno a partire dalle h19.00, all’interno della programmazione del Festival “NUTRIMENTI emergenze contemporanee”, uno dei progetti più interessanti nel panorama artistico umbro e che si pone a sostegno della creatività giovanile accompagnandone lo sviluppo e la promozione in tutte le sue forme.

La festa dell’arte e della danza contemporanea umbra si svolgerà presso il Centro di Palmetta, centro di aggregazione giovanile del Comune di Terni, luogo privilegiato dell’incontro dei giovani della città e sede dell’Associazione Demetra, che dal 2005 lo gestisce e che, nel 2007, ha creato “Nutrimenti”.

Ingresso gratuito

Claudia Franceschini -ph Irina Mattioli

IL PROGRAMMA nel dettaglio

 ContemporaneaMente GruppoDanza: “ATTESA”

Coreografia e danza: Sara Libori e Arianna De Angelis Marocco

Musica: Maria Letizia Massetti

Costumi: VagaMé Creazioni Artigianali, Sartoria, Gioielleria, Design

Attraverso la ricerca di un linguaggio gestuale e scultoreo viene presentato un percorso di decostruzione che porta al nucleo semplice delle emozioni. Le danzatrici, gli oggetti di scena ed i loro indumenti, subiscono l’influenza di questo cammino astraendosi dalla loro funzione classica e mutando nel corso dell’intera performance.

 

• Luisa Contessa: “IN RILIEVO”

Di Luisa contessa

Con Elena Posati e Luisa Contessa

Musiche di Lorenzo D’Amario – Foto ” La trasparenza della bellezza ” di Valentina Gaia Pacheco

L’essere oltre lo specchio. Vedo che c’è una bellezza. Accettazione reciproca da cui nasce armonia che scaccia il disequilibrio. Il difetto ci attrae. In esso c’è armonia.

 

Dance Gallery: “Studio per Fratres con Andrea”

Coreografia Valentina Romito

Interpreti Giulia Brutti, Sara Maurizi, Debora Renzi

Musica  composta ed eseguita da Andrea Rellini

Azioni nate per lo spettacolo Fratres che debutta domenica 23 giugno e che qui è proposto in una versione modellata sulle musiche di Andrea Rellini. Scrivere, pensare, disegnare, architettare. Modi di comunicare e di relazionarsi all’altro, sia esso presente sia evocato, come in una preghiera.

 

Compagnia Carole Magnini / Evidanse: “Au fil de…”

Il gesto della parola: interventi itineranti… dall’ingresso, nell’albero, alla veranda, alle scale…

Un personaggio effimero, che segue il cammino… a seguire… Canto e testo in danza.

 

• Claudia Franceschini: “PHI”

Coreografia e Costumi: Claudia Franceschini

Suono: metronomo meccanico

Mappe dello spazio e del tempo. Mappe del corpo e della mente. Linee e curve, numeri e sequenze per muoversi, cercando una proporzione in bilico tra imperfezione e perfezione. Geometrie sacre ed archetipi universali si manifestano in una danza. Matrici di vita generano movimento, tra un diminuendo e un crescendo. Un progetto ancora in divenire che trova ispirazione nelle geometrie della vita e nel codice aureo.

 

• Fabritia D’Intino / in collaborazione con la compagnia Déjà Donné: “Cosamia 2.0”

Di e con Fabritia D’Intino

Collaborazione artistica di Lenka Flory (direttrice artistica Déjà Donné)

Musica: Guano Padano,  Arctic Monkeys

Produzione: Déjà Donné

“Cosamia 2.0” è la testimonianza delle frustrazioni creative dovute all’accumulo di esperienze.

Il dubbio pervade ogni tentativo di successo. Ogni scelta drammaturgica e coreografica sfocia nell’esternazione di quell’indecisione che accumuna ognuno di noi. L’artista si domanda apertamente se quello che si suppone debba condividere è davvero il suo talento, piuttosto che le sue capacità, il suo gusto o semplicemente la sua persona.

 

• Segni Particolari/Amina Amici – Tre promo video:

Per tre corpi forse, prologue”

Un progetto di Amina Amici

Coreografie di Amina Amici e musiche di Bruno de Franceschi

Con Amina Amici e Elisa Vanessa

Video di moa video

– “Come una ruga #2”

Coreografia di Amina Amici e musica di Bruno de Franceschi – Video di Andrea Cocchi

– “Stabat Mater”

di e con Amina Amici – musiche Bruno de Franceschi

Costumi Amina Amici

Scenografia Francesco Trecci – Primo assolo del ciclo “Maria o dell’appartenenza” – Seguono “Come una ruga”, “Come una ruga#2” e “iàmariamàr” – girato al Teatro Rurale di Terzo di Danciano – Mercatale di Cortona (AR) – regia e montaggio Gilles Dubroca.

Comments on Facebook

Comments are closed.