My Dear DIAMOND, in Roma Vincit. Dal Museo in Trastevere alla Galleria Varsi

Dall’italiano Novelli alla Cina di Ji Dachun
6 Giugno 2013
L’Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 10 al 16 giugno 2013
10 Giugno 2013

My Dear DIAMOND, in Roma Vincit. Dal Museo in Trastevere alla Galleria Varsi

945324_537317662998466_932067147_n“Dall’esordio come writer sono passati molti anni e, seppure l’esperienza in strada sia ancora oggi parte integrante del suo lavoro, il suo profilo artistico si definisce sempre più nella sua complessità sfuggendo a definizioni univoche.” Lo street artist, Diamond, conosciuto ai più per le grandi opere parietali realizzate in Italia, Francia, Repubblica Ceca, Germania, U.K., Olanda e per le produzioni caratterizzate dalla tecnica dello stencil, è presente a Roma con due importanti esposizioni in due diverse location, che permettono allo spettatore non solo di vivere due spazi espositivi unici a Roma, il Museo di Roma in Trastevere e la nuovissima Galleria Varsi, ma di percepire a pieno il linguaggio di questo artista unico, in una sorta di percorso artistico, un vero e proprio percorso nell’opera d’arte di Diamond.

Per primo è stato il museo nel cuore di Trastevere a lasciarsi trasportare dal simbolismo, la cultura Street e dal disegno giapponese dell’artista romano, presentando 11 tavole originali, create nel 2010 per il libro “Roma Omnia Vincit”, editore Drago, e 9 fotografie dei luoghi della città in cui l’artista è intervenuto con poster tratti dai disegni originali. “A Ruina resurrexit”, ospitata dallo spazio espositivo del Museo di Roma in Trastevere, promossa da Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura e la curatela di Elena Paloscia, è un’occasione per scoprire e apprezzare la progettualità che caratterizza il lavoro di Diamond. La mostra, aperta al pubblico fino al 9 Luglio, vede come protagonista la città di Roma, non solo per le citazioni iconografiche, e per le iscrizioni latine da cui le opere traggono il titolo, ma anche per i luoghi scelti per gli interventi in strada, luoghi spesso dimenticati, nascosti o palesemente abbandonati e deteriorati cui restituire vita, nella migliore tradizione street, proprio attraverso un’arte accessibile a tutti.

È invece la Galleria Varsi, che, con “My Dear Old Black Bic”, ha dato luogo a una mostra che celebra integralmente il “dietro le quinte” della produzione di Diamond, aprendo le porte il 6 Giugno alle 18.00, con una sorta di archivio segreto, un raccoglitore dei soggetti che l’artista utilizza e ha utilizzato, per dar vita alle opere che successivamente ha realizzato sui muri delle città che più ama. “La tavola è l’unico vero originale, è da lei che Diamond rielabora gli stencil per le sue azioni In e Out.” Afferma la curatrice Marta Gargiulo che da Mondo Bizzarro a GarageZero ha seguito le esposizioni dell’artista.

Galleria Varsi – Via San Salvatore in Campo 51, Roma.

www.galleriavarsi.it

Orari: dalle 18 alle 23.

Ingresso gratuito

 

Museo di Roma in Trastevere– Piazza Sant’Egidio 1/b Roma

www.museodiromaintrastevere.it

Orari: da martedì a domenica 10.00-20.00. (La biglietteria chiude un’ora prima)

Ingresso: Intero € 7,50 – Ridotto € 6,50.

Comments on Facebook

Comments are closed.