Teho Teardo e Blixa Bargeld – Still Smiling dal vivo

Unstoppable Momentum – Joe Satriani
16 Maggio 2013
I Placebo Annunciano l’uscita del Nuovo Album “LOUD LIKE LOVE” , Unica Data a Novembre a Bologna!
21 Maggio 2013

Teho Teardo e Blixa Bargeld – Still Smiling dal vivo

Teardo e Bargeld hanno presentato il loro album Still Smiling al Circolo degli Artisti di Roma

teardo-bargeld-bolognaTra i migliori autori di colonne sonore contemporanee, Teho Teardo è anche un musicista completo che ha dato una seria impronta allo sviluppo dell’industrial nell’Europa non anglosassone. Per questo, l’incontro con Blixa Bargeld, fondatore dei Einstürzende Neubauten che dell’industrial sono tra le stelle più luminose, non poteva generare magia e nascondere una grande amicizia, prima che un forte rapporto artistico. Che non poteva non dare vita a un disco prezioso, Still Smiling in cui i loop e le architetture elettroniche di Teardo si aprono alla voce elegante e oscura di Bargeld e ai magnifici archi di Martina Bertoni e del Balanescu Quartet. Un disco che ha girato l’Italia con un mini-tour di presentazione e che ha fatto tappa anche a Roma, al Circolo degli Artisti.

Sul palco del locale di Via Casilina vecchia, sale la formazione a tre, senza il quartetto rumeno, ma l’impatto sonoro è forte e totalizzante, grazie alla straordinaria tensione dei brani e a una strumentazione computerizzata che attraverso loop, relè, campionamenti amplifica un tessuto sonoro che dagli spigoli passa quasi naturalmente al lirismo, all’ampiezza di suoni e timbri che il contatto con la contemporaneità non ha reso modaioli, ma più consapevoli di possibilità ritmiche e liriche. Brani parlati, ritmi chiusi e serrati senza bassi, eppure il volo del violoncello, l’uso intelligenza dell’armonia tocca il cuore dell’ascoltatore.

Aperto da Mi scusi, con cui Bargeld si scusa ironicamente per l’uso della lingua italiana (che assieme al tedesco e all’inglese crea un affascinante impasto glottologico), il disco rilegge i percorsi dei due artisti, che ormai maturi – 47 anni Teardo, 54 Bargeld di cui 20 accanto ai Bad Seeds con Nick Cave – sanno rielaborare in chiave emotiva e spirituale i propri background: il colossale muro di suono del violoncello che apre Axolotl, e che dal vivo fa spavento quasi quanto la strumentazione di una band hard rock, seguito dalla sperimentazione della voce di Bargeld; la splendida Alone with the Moon colta dal repertorio di The Tiger Lillies; l’attitudine rock di What If?; la disperazione trattenuta di A Quiet Life, già nota per aver fatto parte di Una vita tranquilla, film di Cupellini con Toni Servillo; e la conclusiva Defenestrazioni, delicato e sereno sberleffo utopistico.

Teardo e Bargeld sul palco incarnano quasi due opposti: pacioso e trascinato dai suoni il chitarrista e compositore, distaccato come un dandy sfatto il cantante. Ma insieme entrano nel percorso, fatto di crescendi e variazioni tecnologiche sui suoni, che accompagna una musica a tratti distorta e tagliente ma capace di mutare, anche per merito del trascinante carisma di Bargeld, in adagi ricchi d’emozione. E che si chiude, con paradosso ma non troppo, con Soli si muore, cover italiana di Crimson and Clover, splendido pezzo di Tommy James and the Shondells. Perché la musica popolare e commerciale, come il beat di Patrick Samson che rese celebre il brano in italiano, nasconde quel cuore sincero e a suo modo straziante alla base anche delle avanguardie. E il pubblico del Circolo degli artisti lo ha capito benissimo.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.