Azealia Banks a Milano: Quando la “Ghetto Music” travolge l’Italia.

Rock in Roma 2013, per 2 mesi capitale del rock
12 Maggio 2013
Unstoppable Momentum – Joe Satriani
16 Maggio 2013

Azealia Banks a Milano: Quando la “Ghetto Music” travolge l’Italia.

aze

Mai sentito parlare di Azealia Banks? Sarebbe ora di iniziare sul serio. Perché se è vero che il mercato discografico stia in qualche modo dando la conferma che l’era digitale e del “free-sharing” sia il futuro, ci sono artisti che riescono a colpire, a centrare l’obiettivo, proponendo non solo musica, ma uno Stile. E di stile stiamo parlando; si, quello di Azealia Banks (si pronuncia “asilia”, n.d.r.), classe 1991, giovanissima promessa del mondo rap/hip-hop internazionale. Già da qualche tempo si parlava di lei, catapultata in tutto il mondo con il singolo 212, in collaborazione con Lazy Jay: un video in bianco e nero che fa da sfondo ad un brano dance. Una Azealia spiritosa, che colpisce per quel suo sorrisetto beffardo, per quel modo di reppare praticamente perfetto.

E successivamente, propone alcuni nuovi brani dopo il successo di 212, assieme ad un lavoro di produzione video davvero eccellente. Escono così Van Vogue, 1991 e Liquorice, 4 brani (assieme a 212) che fanno parte del primo EP pubblicato dalla Polydor di Azealia, dal titolo “1991”. Un progetto che non prevede la semplice pubblicazione discografica, ma anche un lavoro di immagine che inizialmente, per i più distratti, potrebbe non avere senso, o comunque riuscirebbe a stupire e a dare l’idea di non avere senso. Guardandno i video di Azealia, si rischia di avere sostanzialmente due reazioni possibili: sgomento, perplessità e rifiuto, oppure stupore, entusiasmo, consenso. Perché in fondo o la si ama o la si odia, a questa giovanissima ragazza di New York.

E proprio in questi giorni, Azealia Banks è stata nominata in due diverse categorie ai BET Award, festival per celebrare afroamericani ed altre minoranze nel campo della musica, della recitazione, dello sport, e di altri settori dell’intrattenimento, istituito nel 2001 dal network televisivo Black Entertainment Television. Un’occasione in più per sbarcare il lunario, per crescere; anche perché per ora, il primo album in studio non è ancora stato pubblicato. Già noto il titolo, Broke With Expensive Taste, conterrà tutti i brani fin’ora pubblicati e alcuni inediti in fase di incisione. Nella sua tappa milanese del tour, Azealia ha offerto ai suoi fan uno spettacolo davvero unico, carico di buona musica mixata da dj Cosmo, che la accompagna nel suo tour assieme a degli ottimi ballerini, in grado di cimentarsi anche in un vogueing azzeccato. Azealia si rivela essere una brava entertainer, oltre che dimostrarsi brava a proporre dal vivo i suoi brani, dagli esordi fino al recente Young Rapunxel, ultimo singolo estratto per Broke With Expensive Taste. E proprio su questo brano si sofferma l’originalità di Azealia: sonorità distorte, quasi malate, un ritmo martellante che si rivela ossessivo, quasi assordante. Il tutto arricchito dalla sua voce, dal suo ritmo, e dalla sua follia.

Insomma, se cercate le solite eredi delle attuali pop star, siamo sicuri che Azealia darà del filo da torcere.

Intanto eccovi il video di Young Rapunxel, assieme ad una sfida: guardarlo tutto fino alla fine.

 

Comments on Facebook
Gabriele Palella
Gabriele Palella
Milanese, giovane ma già competente in quella che è la sua più grande passione: la musica. Milano. Lavora, compone e produce brani, scrive e partecipa a numerosi e diversi eventi a Milano e dintorni. Di sé dice: "credo in quello che faccio, spinto dalla bellezza e dalla forza della musica che unisce, crea, intrattiene ma, soprattutto, insegna. Io ci credo a questa forza...e voi, in cosa credete?"

Comments are closed.