“Andrej Tarkovskij” Il Potere del Cinema

League of Legends: il lancio italiano del MOBA che ha conquistato il mondo!
23 Marzo 2013
L’Oroscopo di Glo Previsioni Astrali dal 25 al 31 marzo
25 Marzo 2013

“Andrej Tarkovskij” Il Potere del Cinema

“Andrej Tarkovskij” Il Potere del Cinema

tarkovskij

In occasione del suo 81° compleanno e per onorarne la memoria, la Tauron Entertainment e Ciak 2000 organizzano la retrospettiva ANDREJ TARKOVSKIJ: IL POTERE DEL CINEMA, rassegna dedicata al cineasta sovietico che sarà visitabile dal 4 aprile al 4 maggio, presso il TecnoPolo Tiburtino  di Roma (via Giacomo Perotti, 452).

Nonostante la filmografia circoscritta, Andrej Tarkovskij è uno dei maggiori esponenti del cinema del Novecento e la sua opera è stata una vera e propria interrogazione sulla religiosità russa, che lo ha portato ad avere un rapporto conflittuale con il potere, tanto da venire esiliato e a trovare la sua quadratura nel girato in altri paesi europei, così come anche negli Stati Uniti d’America.

Il concept dell’esposizione, curata da Mario Mei e Venelin Kondov, si fonda sul pensiero di Andrej, una rilettura a tema Tarkovskij 2013, ovvero come il regista avrebbe definito la sua idea estetica al giorno d’oggi, specialmente attraverso l’utilizzo social delle tecnologie massmediali, applicate sia al mezzo cinema che all’arte contemporanea.

Lo spazio espositivo di 700 mq si articola in tre vani open-space, all’interno dei quali verrà allestito uno specifico percorso in cui si che approfondirà sia la vita lavorativa del regista, che momenti di vita quotidiana della sua permanenza in Italia, oltre ad una sezione dedicata al connubio professionale e personale con la collega Donatella Baglivo.

La cifra stilistica di Tarkovskij rifugge completamente da qualsiasi tentazione di racconto, spaziando da accelerazioni di montaggio a logiche narrative tradizionali. Questo concetto di rottura verrà approfondito attraverso l’esperienza della mostra e l’incontro con i principali conoscitori del suo lavoro, unione esemplare tra pensiero  filosofico, arte e cinematografia.

Comments on Facebook

Comments are closed.