Le meraviglie di Tiziano alle Scuderie del Quirinale

Amedeo Modigliani e i pittori maledetti
In Mostra a Palazzo Reale, la collezione Netter
14 Marzo 2013
Scaldate i polpastrelli: è arrivato God of War: Ascension
15 Marzo 2013

Le meraviglie di Tiziano alle Scuderie del Quirinale

A vent’anni dall’ultima monografica e sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica, finalmente a Roma una mostra dedicata al maestro veneto, Tiziano Veceillo (per molti semplicemente Tiziano), che con la sua capacità di dare  al colore la forza espressiva delle parole è riconosciuto come uno dei più grandi esponenti della pittura rinascimentale. 

L’esposizione, curata da Giovanni Villa, è composta da quaranta opere esposte nelle sale delle Scuderie del Quirinale che dal 6 marzo al 16 giungo metterà a disposizione un eccezionale insieme di tele pervenute dai più grandi musei d’Europa per celebrare le meraviglie e i capolavori del pittore cadorino:  Il Concerto e la Bella di Palazzo Pitti, la Flora degli Uffizi, la Pala Gozzi di Ancona, il Ritratto di Paolo III senza camauro e la Danae di Capodimonte, l’Uomo con il guanto del Louvre, il Carlo V con il cane e l’Autoritratto del Prado o lo Scorticamento di Marsia di Kromeriz sono solo alcune delle opere più conosciute di Tiziano che saranno protagoniste nella mostra a lui dedicata.

Attraverso le opere esposte è possibile ripercorrere i tratti salienti della sua inarrestabile ascesa: dagli esordi veneziani nelle botteghe di Giovanni Bellini e Giorgione all’autonomia acquisita con le grandi tele per i dogi, gli Este e i Della Rovere, fino ad arrivare alle committenze imperiali di Carlo V e poi del figlio Filippo II. L’intera carriera dell’artista italiano è rappresentata, sottolineando il suo magistrale senso del colore, lungo il percorso di una mostra attenta sia a narrarne la fondamentale dimensione di pittore religioso che la complessa attività di ritrattista della nobiltà del tempo; in una visione più ampia, una mostra concepita – grazie al sostegno e ai prestiti delle massime istituzioni museali italiane e straniere –  per concludere idealmente l’ampio progetto di rilettura della pittura veneziana e di riflessione sul ruolo cardine che essa ha avuto nel rinnovamento della cultura italiana ed europea. Un percorso che le Scuderie del Quirinale hanno sviluppato analizzando l’opera dei protagonisti della rivoluzione pittorica moderna – da Antonello da Messina a Giovanni Bellini, da Lorenzo Lotto a Tintoretto – di cui Tiziano è testimonianza finale e altissima.

Ad accompagnare il percorso espositivo, gli esiti dell’ampia campagna di analisi scientifiche che ha interessato gran parte della produzione del grande maestro. Compiuta dal Centro di Ateneo di Arti Visive dell’Università degli Studi di Bergamo, la campagna ha offerto significativi risultati per riuscire a definire i rapporti tra opere autografe e opere di bottega e per documentare allo stesso tempo, sia l’evoluzione tecnica dell’artista, che i rapporti di influenza tra maestro e allievi.

Concludono il quadro dell’iniziativa un catalogo scientifico edito da Silvana Editoriale ed arricchito da testi e informazioni provenienti dai più noti esperti del maestro veneto e una visita-laboratorio per i più piccoli che racconta letteralmente “Tono su Tono” il percorso del “Divin Pittore”.

Per informazioni su orari costi prenotazioni, visite guidate e laboratorio d’arte www.scuderiequirinale.it.

Comments on Facebook

Comments are closed.