Dress Gate Oscar 2013 – Hathaway chiede scusa a Valentino!

LA PARETE DIMENTICATA: Franco Guerzoni a Palazzo Pitti
1 Marzo 2013
Star Wars – Sfida alla Nuova Repubblica di Timothy Zahn
1 Marzo 2013

Dress Gate Oscar 2013 – Hathaway chiede scusa a Valentino!

E dopo le polemiche post discorso agli Oscar, il web continua a parlare di Anne Hathaway oggi coinvolta nel “Dress Gate”.

Ricapitoliamo, la Hathaway avrebbe dovuto indossare per la cerimonia degli Oscar un abito Valentino, il sarto romano con la quale è legato da una profonda amicizia, ecco l’abito:

Hathaway chiede scusa a Valentino

 

Poi cosa è successo!? La Hathaway scopre che una collega Amanda Seyfried, avrebbe indossato un vestito Alexander McQueen molto simile a quello della Haute Couture di Valentino. Ecco l’abito incriminato:

amanda-seyfried-oscars-2013

 

Sentiamo come si giustifica l’accusata Hathaway:

È giunto alla mia attenzione nella tarda notte di sabato che avrebbe potuto esserci un abito agli Oscar molto simile al Valentino che avevo intenzione di indossare, così ho deciso che sarebbe stato meglio per tutti i soggetti coinvolti se avessi cambiato i miei piani”, ha detto l’attrice. “Anche se amo l’abito che ho messo, è stata una difficile decisione dell’ultimo momento, dato che desideravo vestire Valentino in onore del rapporto profondo e significativo che ho con la casa e con Valentino stesso“.

 

Insomma alla serata in questione, il premio Oscar come non protagonista, si presenta con un Prada:

anne-hathaway

E’ pur vero che l’attrice è rimasta all’interno del Made in Italy, ma la domanda sorge spontanea, come tutte le star ad ogni evento, la Celebrity Consultant prevede due cambi della stessa casa per evitare antipatiche diatribe. Sarebbe stato più semplice, meno sconveniente e avrebbe tolto la Hathaway dell’ennesima giustificazione pubblica.

Il Dress Gate, dopo il tentato sgambetto di Dior, Valentino rimedia un 2 di picche da una grande amica passata a Prada!

Comments on Facebook
Valentino Cuzzeri
Valentino Cuzzeri
Appassionato delle potenzialità dei nuovi media e la loro scientifica misurabilità, intraprende una carriera accademica incentrata sul Digital World. Fermamente convinto che il web rappresenti la nuova frontiera nell’ambito della comunicazione e dei Brand, inizia la propria esperienza lavorativa collaborando come consulente con alcune delle più grandi agenzie di comunicazione e marketing non convenzionale.

Comments are closed.