THE SCRIPT – Il sold out più acclamato delle notti milanesi di ieri

I Nobraino tra Teatro e Musica all’ Auditorium Parco della Musica.
30 Gennaio 2013
Four Magazine Incontra Marco Carta alla Presentazione del Cofanetto che Raccoglie i suoi Album in Studio.
1 Febbraio 2013

THE SCRIPT – Il sold out più acclamato delle notti milanesi di ieri

Un sold out acclamato ormai da giorni ha visto protagonisti all’Alcatraz di Milano una della band irlandesi più in voga del momento, The Script. Ebbene The Script, composti da tre ragazzi provenienti da Dublino, hanno totalmente cambiato vita portando alle innumerevoli ragazzine presenti al concerto di ieri sera la loro musica, i loro testi e la profondità di questi. Approdano sul palco e tutto quello che si sente è il clamore del giovane pubblico a cui non è possibile dare torto. Il cantante, Danny O’Donaghue, è un inconfondibile animale da palcoscenico! Seduzione, carisma e prima di tutto unicità, sono le anime di Danny che si alternano da un brano all’altro: sono gli ingredienti perfetti che nel giusto mix spiegano il successo inconfondibile di The Script. L’aria che si respirava era si adolescente ma adattabile a qualsiasi età perché c’è solo un sentimento che non passa mai da generazione a generazione, quel sentimento che non si smette mai di provare ed accomuna tutte le persone, quel sentimento che non è altro che quella parola che si ritrova nella maggior parte dei brani cantati dalla band, quel sentimento mendicato da tutti ma di cui tutti hanno paura, quel sentimento che emoziona ininterrottamente da più piccoli ai più grandi, quel sentimento chiamato Amore.

240766_Script_R52_F55

Il concerto non è stato banale, è stato semplice e travolgente, diversi gli attimi in cui Danny si rivolge e colloquia con il pubblico. Difatti, oltre a ripercorrere l’ancora breve carriera musicale, da Breakeven a The First Time, Danny O’Donaghue, proprio per interpretare magnificamente Nothing, ruba un cellulare ad una ragazza, compone un numero qualsiasi dalla rubrica e inizia a cantare il brano in diretta telefonica. Nel frattempo vicino a me, una signora, anni 50, diceva a due ragazzine che cantavano a squarcia gola “Io ho pagato per sentire loro, non per sentire voi…” The Script continuano a trasmettere la loro energia durante la serata, presentano un paio di canzoni del loro nuovo album #3. Ed è la volta anche dei brani Six degrees of separation e I’m Yours.

The Script si raccontano, addirittura mentono! Per rendere felici le presenti per un solo momento, illudono: (ndr: si sa un’illusione regala attimi di felicità) “Vorrei vivere in Italia perché amo tutto del Vostro Paese” – dice Danny. Ma il concerto è finito e si torna alla realtà. Il momento del distacco è vicino ma la differenza con un distacco reale è che in questo caso non rivedi più la persona da cui ti distacchi mentre nel primo caso, il distacco è solo apparente, The Script li puoi vedere e sentire ancora… dopo il concerto, entri in macchina per rientrare a casa o andare a bere una birra, inserisci un cd nella radio e la loro musica c’è per tutto il tempo che lo vuoi senza che ti abbandoni mai. Ed ecco! Ci siamo! L’ora del saluto definitivo con un l’usuale rientro sul palco a pochi minuti dalla fine di ogni artista. Il sipario si chiude a malincuore con ormai la colonna sonora delle nostre mattine per darci la giusta carica, quella  colonna sonora dei nostri momenti di debolezza ed ancora quella colonna sonora per tutti coloro che per raggiungere i propri obiettivi hanno bisogno di dare sempre il meglio, Hall of Fame, il singolo d’uscita di #3,  che vede anche la collaborazione straordinaria di Will i. am  e che ha spopolato le classifiche italiane delle radio. Un consiglio spassionato da una persona che prima di essere una redattrice è una persona qualunque che ama la musica, se questo weekend non sapete cosa fare, andate in una Feltrinelli o in un qualsiasi negozio di dischi ed acquistate non l’ultimo album, ma tutti e 3 ed unici album di The Script.Per avere maggiori informazioni sulla band  visitate anche il sito www.thescriptmusic.com/it e deliziatevi con questo brano

http://www.youtube.com/watch?v=mk48xRzuNvA

Continuate a seguirci. Enjoy The Script!!e 4FOUR!

 

 

 

 

 

Comments on Facebook
Giulia Giampietro
Giulia Giampietro
Pignola, passionale ed eterna sognatrice, tutto quello che dovete sapere è che amo la comunicazione e la musica, il perfetto connubio per essere caporedattrice della sezione Musica di Milano di Four Magazine, amo questo lavoro ed il mio team. Amo quindi Milano con tutta me stessa, il mare d’estate e la montagna d’inverno, amo le persone ma al tempo stesso amo essere in missione solitaria! Il verbo amare è un mio must per poter dare e ricevere ogni giorno e nei prossimi con Four!

Comments are closed.