Sospesa. L’esordio letterario di Maria Rita Chiara Pantaleoni

Quartet – Quando Invecchiare non fa Paura!
22 Gennaio 2013
Il Cantico di Pietra – Limbo 2
23 Gennaio 2013

Sospesa. L’esordio letterario di Maria Rita Chiara Pantaleoni

di Maura Poppiti

“…quella camera a cui, spesso e volentieri, cambiavo disposizione in base al mio umore. Spostavo gli oggetti come se, una volta compiuto il gesto, la mia vita cambiasse. Lo facevo per sentirmi meglio, per sentirmi libera, forse un po’ diversa…”

PH. Piero Quaranta

PH. Piero Quaranta

Non di rado accade che, la necessità di rinnovarsi e cambiare, soprattutto in età adolescenziale, si associa nei primi momenti, all’esigenza di trasformare quelle “caratteristiche estetiche” che definiscono la propria personalità; da qui le motivazioni che spingono ad una diversa disposizione della camera (primo ambiente in cui si definisce il sé), o in un cambio dell’acconciatura.

Ovviamente tutte queste “pratiche” sono il sintomo di un disagio che accompagna il passaggio dell’età “infantile” a quella della cosiddetta maturità. E’ questa la situazione in cui si trova la protagonista di questo romanzo, denominato per l’appunto Sospesa: Margherita è una bella ragazza di diciotto anni che frequenta l’ultimo anno di Liceo Scientifico in una cittadina vicino Roma, dove vive con i genitori e con il fratello, Andrea, con il quale, tra l’altro, ha un rapporto molto bello essendo per lei uno dei maggiori punti di riferimento insieme alla sua migliore amica, Anna.

Il processo di cambiamento di Margherita inizia quando lei, che non riesce ad integrarsi nel contesto scolastico, fatto di “ragazzini insensibili” e professori frustrati, si rende conto che la realtà così sterile nella quale si trova coincide ben poco con la sua ipersensibilità.

Nasce così l’esigenza di condividere la sua solitudine emotiva con Pietro, un ragazzo un po’ più grande di lei, dolce ed affabile, con cui intraprende un’intensa storia d’amore fatta essenzialmente di nuove emozioni e prime volte. Ma la stabilità che credeva di aver trovato con quella relazione viene presto messa in crisi quando rivede Danny, suo compagno di scuola e primo amore non corrisposto. Questo è solo uno dei sintomi che, uniti ad una progressiva ribellione a scuola e mancanza di stimoli, portano Margherita in un baratro di incertezze ancora più profondo. LEI ESIGE SENTIRSI LIBERA!

Così la protagonista continua ad essere sospesa tra il mondo in cui vorrebbe trovarsi e quello in cui è costretta a vivere, tra l’amore ingenuo con il ragazzo che le sembra perfetto e il sesso travolgente con l’uomo che ha sempre desiderato. Margherita riuscirà alla fine a conciliare la sua dimensione di ragazza sensibile e sognatrice con l’ingresso nell’età adulta. Ma trovare se stessi necessita sempre perdere qualcos’altro.

Sospesa, esordio letterario di Maria Rita Chiara Pantaleoni, 20 anni,studentessa alla facoltà di lettere Moderne a Viterbo, trova la sua caratteristica nello stile narrativo: semplice e sintetico, permette una lettura facile e discorsiva. I capitoli divisi in base alle date dei giorni più significativi per la vicenda , danno al romanzo quel fascino adolescenziale di diario.

Una storia semplice che sicuramente colpirà i più giovani e risveglierà dimenticate emozioni anche nei più cinici adolescenti di ieri.

Comments on Facebook

Comments are closed.