Pino Daniele Torna a Piazza del Plebiscito il 12 Luglio 2012!

People Help The People: i Cherry Ghost cantati da Birdy.
17 Gennaio 2013
VASCO Live Kom 2013, Svelati i 4 concerti evento!
21 Gennaio 2013

Pino Daniele Torna a Piazza del Plebiscito il 12 Luglio 2012!

PINO DANIELE_D3S9255_pp_foto di Roberto Panucci_b

E’ stato presentato oggi il nuovo lavoro di “Napule è – Tutta n’ata storia”, in uscita martedì 22 gennaio, cd/dvd del live del 2008 a Piazza del Plebiscito di Napoli, svoltosi per la ricorrenza trentennale della sua carriera, che contiene anche due brani inediti con Phil Palmer. Concerto dove Pino Daniele ha suonato insieme amici di sempre: Enzo Gragnaniello, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e gli amici Rosario Jermano, Antonio Onorato, Tony Cercola.

Alla Casa del Cinema si è presentato un Pino Daniele molto intimo, come se non stesse parlando con giornalisti ed esperti, ma con alcuni amici accorsi lì per conoscere i suoi progetti e le sue ultime fatiche musicali. La voglia di valorizzare sempre di più la sua

città, Napoli, ma non per raccontare la realtà, “non per fare la telecronaca”, usando le parole dell’artista, bensì per raccontare le sue emozioni legate alla città. Il cantautore vive il rapporto con Napoli come un impegno: “L’impegno a portare il nome della mia città e della sua creatività nel mondo, perché portare Napoli all’estero è portarci l’Italia”. E, per essere impegnati, “non bisogna fare a tutti i costi la telecronaca di quello che accade”, sostiene. “Molti artisti, anche stranieri, leggono il giornale per ispirarsi. Io ascolto, non leggo. Sono di pancia, istintivo, con il rischio di ripetere cose che ho memorizzate e già dette”.

Prossimo appuntamento, quindi, per il 12 Luglio 2013, dove Daniele terrà un grande concerto, prodotto e organizzato da Blue Drag e F&P Group (in collaborazione con Radio Italia, radio ufficiale dell’evento), e sarà trasmesso in prima serata televisiva e realizzato in collaborazione con la Ballandi Entertainment, partner televisivo dell’evento. “Ci saranno tutti gli artisti che hanno esplorato percorsi

musicali interessanti – spiega il cantante – Oltre alle mie canzoni, ogni artista farà un paio di brani. Il sindaco di Napoli si è reso conto che la cultura fa la differenza, c’è una nuova ondata di musica napoletana da valorizzare. Dal 2008 abbiamo capito che valeva la pena farne un appuntamento fisso o almeno frequente“. I biglietti saranno disponibili da domani 19 Gennaio.

I discorsi, durante la conferenza hanno attraversato anche altre tematiche, come la politica e Sanremo:

Per me prendere una posizione politica è banale. In questo momento è più importante lavorare sui valori, aiutare chi si dedica agli altri. L’amore e la voglia di fare non hanno un colore politico. Ci sono artisti come Springsteen che appoggiano una situazione politica. Io l’ho fatto quando lo sentivo. Ma ora non riuscirei ad essere convinto, anche perché i politici li vedo tutti un po’ confusi. L’unica cosa che posso fare è restare con i piedi per terra e costruire le cose che so fare. Non mi permetterei mai di giudicare Monti, Berlusconi o Grillo. Ma voterò, anche se non so cosa. Chiuderò gli occhi e farò un segno sulla scheda“. “Sanremo è maggiormente un palinsesto televisivo, ha delle dinamiche incentrate maggiormente sullo spettacolo. Non che la musica non sia importante, ma i canoni seguono guide di intrattenimento.” Molta ironia, ma senza oltre passare i limiti.

Alla domanda se anche lui, come è stato recentemente fatto dalla cantante Gianna Nannini, avrebbe prestato un suo brano per la campagna elettorale del PD, Daniele risponde: “Se la Nannini se la sente, perché no. Poi dipende da chi lo sceglie. Alla Lega Nord lo presterei volentieri, ma in napoletano. Maroni, poi, è l’unico bluesman del parlamento.”

Comments on Facebook

Comments are closed.