12 (American Song Book): Mina canta il Jazz americano.

Alicia Keys brucia col suo nuovo album: Girl On Fire.
27 novembre 2012
Raphael Gualazzi torna al Festival di Sanremo 2013 nella categoria big.
13 dicembre 2012

12 (American Song Book): Mina canta il Jazz americano.

Nessuno la capirà mai veramente. Nessuno entrerà nei suoi panni di artista eclettica, unica, memorabile, che ha guidato la storia della musica italiana di tre generazioni. Ad oggi, mina ha pubblicato circa 112 album, interpretato 1400 brani musicali spaziando tra generi musicali che oscillano tra il rock ed il pop, tra la musica d’autore italiana a quella jazz americana, con in 12 (American Song Book), ultimo progetto discografico di Mina che la vede interpretare 12 capisaldi della musica americana. Si muove tra lo swing più classico in Bana Split For My Baby all’omaggio a Kurt Weill in September Song, tratta dal musical Knickerbocker Holiday, fino ad arrivare ad artisti come Judy Garland (Have Yourself a Merry Little Christmas, Over the Rainbow), James Taylor (Fire and Rain) ed Elvis Presley (Love Me Tender). Accompagnata da strumentisti e musicisti fidati, Mina incide un album interamente dal vivo, il che la dice lunga sul rigore che ha deciso di mantenere, e non di abbandonare, nel corso di questi anni. Manca vederla dal vivo, in tv o in concerto: ormai Mina vive nel ricordo delle generazioni passate che la venerano per esibizioni memorabili come quella al fianco di Lucio Battisti, o di quelle più recenti che la scoprono e la apprezzano per le sue doti, forse uniche. Una bravura che si allarga alla sua capacitò interpretativa, tangibile in questo lavoro discografico “live” che come titolo porta non solo l’anno di pubblicazione, ma anche il numero delle tracce, oltre che al numero delle copertine che verranno realizzate per la prima tiratura, una per ogni brano. 12 (American Song Book) esce oggi 4 dicembre dall’etichetta discografica PDU, e siamo sicuri che sarà un’ottima idea regalo visto il momento natalizio. In qualche modo (ovviamente) Mina vive, ancora. E se i Maya avevano ragione, prima del 21 Dicembre dovrebbe proprio graziarci con un Live memorabile.

Comments on Facebook
Gabriele Palella
Gabriele Palella
Milanese, giovane ma già competente in quella che è la sua più grande passione: la musica. Milano. Lavora, compone e produce brani, scrive e partecipa a numerosi e diversi eventi a Milano e dintorni. Di sé dice: "credo in quello che faccio, spinto dalla bellezza e dalla forza della musica che unisce, crea, intrattiene ma, soprattutto, insegna. Io ci credo a questa forza...e voi, in cosa credete?"

Comments are closed.