ROBERT DOISNEAU: Paris en Liberté

I bambini di Cold Rock di Pascal Laugier
28 Settembre 2012
Transformers: la Caduta di Cybertron
1 Ottobre 2012

ROBERT DOISNEAU: Paris en Liberté

È una Parigi poetica quella che filtra dallo sguardo di Doisneau, ancora più di quanto non lo sia già. Non è però un effetto ricercato, non c’è la volontaria ostentazione della bellezza della città. L’incanto traspare in controluce, dalla normalità degli attimi che vengono catturati, dal fascino del bianco e nero, dalla mai banale quotidianità dei soggetti ritratti. Le persone sono le vere protagoniste delle opere del fotografo francese, in un connubio indistricabile con una città che non si limita a fare da sfondo, ma conferisce un senso alle fotografie, lasciando intravedere l’immagine di una metropoli viva, che si trasforma grazie alla sua gente. L’allestimento non segue un filo cronologico, ma le oltre 200 fotografie sono raggruppate in aree tematiche. La mostra si apre con una serie di primi piani che ritraggono le varie reazioni delle persone alla vista della Gioconda: giovani, vecchi, bambini, intellettuali sono colti, a loro insaputa, nel loro momento di estasi di fronte all’opera. Questo tema viene ripreso anche nella sezione dedicata alla “vetrina di Romi”: anche in questo caso Doisneau ritrae le espressioni dei passanti alla vista di un quadro raffigurante una donna nuda dandoci, con pochi scatti, una sincera rappresentazione della società parigina. Al centro della sala principale spicca la grande parete coperta da un collage di foto di pedoni che attraversano la strada. Negli altri spazi espositivi troviamo una sezione dedicata al ballo, una serie di foto di cani coi propri padroni, un omaggio alla Tour Eiffel, una serie di nudi femminili e vari ritratti di gente comune della Parigi tra il 1934 e il 1991: amanti, pittori, bambini, cartomanti, baristi. Molto interessante anche la parte dedicata alla moda e ai ritratti dei grandi personaggi dell’epoca come Coco Chanel, Dior, Picasso, Orson Welles e J.P. Gautier.

(Simone Boccaccio)

Info e prenotazioni:

tel. 0639967500;

www.palazzoesposizioni.it

 

Orari:

Domenica, martedì, mercoledì e giovedì: dalle 10.00 alle 20.00; venerdì e sabato: dalle 10.00 alle 22.30; lunedì chiuso.

 

Biglietti:

Dal 29 settembre al 26 ottobre 2012: intero € 7,00, ridotto € 5,50

Dal 27 ottobre 2012 al 3 febbraio 2013: intero € 12,50, ridotto € 10,00
Permette di visitare tutte le mostre in corso al Palazzo delle Esposizioni.

 

29 Settembre 2012 – 3 Febbraio 2013

Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194 – 00184 Roma.

Comments on Facebook

Comments are closed.