Venezia 69 a Roma, The Millennial Rapture di Wakamatsu Koji

Il Cantico di Pietra – Quarta aria
12 Settembre 2012
Venezia 69 a Roma, Linhas de Wellington di Valeria Sarmiento
15 Settembre 2012

Venezia 69 a Roma, The Millennial Rapture di Wakamatsu Koji

Il Destino e il Fato secondo Wakamatsu

Il clan dei Nakamoto della comunità Roji ha fama di grandi conquistatori, ma anche di sfortune e sciagura che li hanno sterminati da giovanissimi. A vedere le loro imprese e cercare di dar loro conforto, la levatrice Oryu, che sul letto di morte racconta le sue esperienze all’anima del marito. Wakamatsu Koji, uno dei più celebrati e prolifici registi giapponesi, con 105 film – di vario tipo e natura – in 50 anni di carriera, arriva nella sezione Orizzonti con Sennen yo nuraku, un dramma in costume che rappresenta un’epopea di eros e thanatos partendo da un romanzo di Nakagami Kenji.

The Millennial Rapture (l’estasi millenaria) si pone costantemente come sospensione tra due realtà, due registri, due mondi: la vita della nutrice e la morte dei ragazzi che ha cresciuto, la leggenda della rocca nebbiosa con cui si apre il film e la metafora su cui si struttura, il passato e il presente che s’intrecciano non solo nel racconto, ma anche nelle modalità di messinscena. La quale però sembra confusa e lo stile sembra latitare nel costruire il racconto di una stirpe che cerca disperatamente di cambiare il proprio destino e la predisposizione fatale alla morte. Wakamatsu appare incerto, anche a livello estetico, ma sa configurare le dinamiche del racconto in un finale palpitante che salva il film.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.