Venezia 69, La Città Ideale di Luigi Lo Cascio

The Iceman – Quando la Recitazione Innalza la Banalità!
31 Agosto 2012
Venezia 69: The Master di Paul Thomas Anderson
1 Settembre 2012

Venezia 69, La Città Ideale di Luigi Lo Cascio

Lo Cascio Debutta tra Kafka e Petri

Il film racconta la strana vicenda di Michele Grassadonia, ecologista sul filo del fanatismo che ha scelto Siena come città ideale per attuare una vita senza luce elettrica né acqua corrente. Un giorno però viene coinvolto in uno strano incidente automobilistico che lo porta a scontrarsi con una realtà tutt’altro ideale che ha le fattezze di un incubo. Scritto e interpretato dallo stesso Luigi Lo Cascio, che ne firma anche la regia (la sua prima), La città ideale è un dramma tinto di mistero che dietro le apparenze da giallo civile, con qualche eco di Camilleri, cela un animo più esistenziale e acido.

Se i tempi rarefatti dicono di una bella coerenza stilistica, i dialoghi non sempre precisi, i cambi di registro insicuri e la perdita di solidità mostrano un regista a cui ancora manca il polso per gestire il portato delle sue ambizioni, dei suoi riferimenti. Tanto di cappello però a un bravissimo attore a cui non mancano le idee d’autore e che sa portare la sua sensibilità interpretativa anche al resto cast, in parte familiare, visto che i ruoli migliori li coprono la madre di Lo Cascio, Aida Burruano, e il di lei fratello Luigi Maria. Un tris che dà al film un sapore e un’alchimia all’apparenza estranei al contesto, eppure genuini e utili.

Comments on Facebook
Emanuele Rauco
Emanuele Rauco
Nato a Roma il 18 luglio del 1981, si appassiona di cinema dalla tenera età e comincia a scrivere recensioni dall'età di 12 anni. Comincia a collaborare con il giornalino scolastico e, dopo aver frequentato il DAMS di Roma 3, comincia a scrivere per siti internet e testate varie: redattore e poi caporedattore per il sito Cineforme, ora Cinem'art Magazine, e per la rivista Cinem'art, redattore e inviato per RadioCinema. Inoltre scrive per Four Magazine, di cui è caporedattore, e altre testate on line ed è curatore di un programma radiofonico su cinema e musica, Popcorn da Tiffany su Ryar Radio. Collabora per le riviste Il mucchio e The Cinema Show – primo mensile cinematografico per iPad – e per il quotidiano L'opinione. Alcuni suoi scritti sono stati pubblicati su saggi e raccolte critiche, tra cui la collana Bizzarro Magazine di Laboratorio Bizzarro ed è spesso ospite in trasmissioni radiofoniche e televisive come Ma che bella giornata o Square e I cinepatici di Coming Soon Television. Ha un canale di youtube in cui parla di cinema, spettacolo, cultura e comunicazione.

Comments are closed.