Borderlands – Il Caduto

Speciale Olimpiadi: Ultimo Giorno
13 Agosto 2012
STAR WARS – L’Erede dell’Impero
18 Agosto 2012

Borderlands – Il Caduto

 Multiplayer.it Edizioni porta in Italia il volume ispirato al noto videogioco Borderlands, divenuto celebre, oltre che per la sua qualità complessiva, per l’originalità della grafica in cell-shading, che in un fps non era mai stata utilizzata.

John Shirley, l’autore chiamato a sceneggiare questa narrazione, non è nuovo alla scrittura di libri ispirati a contesti videoludici, avendo già pubblicato Bioshock Rapture, antefatto del noto Bioshock. Anche in Borderlands, Shirley coglie l’essenza del concetto di crossmedialità e, anziché adattare la storia sulla base di quella del gioco, sceglie di sfruttare il dettagliato contesto fornito dall’ostile pianeta Pandora per raccontare le avventure di nuovi protagonisti, in cui personaggi già esistenti nel videogioco, come il mercenario Roland, svolgono il ruolo di spalle.

Il risultato è un romanzo di avventura action con 3/4 filoni principali che si vanno ad alternare nel testo fino all’epilogo comune. La storia prende le mosse dall’arrivo su Pandora della famiglia Finn. Zac, il capofamiglia, ha preso accordi di nascosto per procedere al recupero di alcuni materiali alieni scoperti da un suo contatto, che dovrebbero avere un valore sufficiente a mettere a posto la sua vita e quella della sua famiglia. Quello che doveva essere un lavoretto facile diventa in breve tempo drammatico e porta non solo Zac, ma anche la moglie Marla e il figlio Cal sulla superficie di Pandora, dispersi ognuno da solo e senza la certezza della sopravvivenza degli altri. L’unica possibilità che i tre avranno di sopravvivere e riabbracciarsi è raggiungere il luogo in cui si trovano i reperti alieni, nella speranza che gli altri facciano altrettanto…

Borderlands – Il Caduto non è certo un romanzo di grande profondità o studiata complessità, ma risulta sicuramente godibile e interessante, facendosi forza di un’impostazione avventurosa molto incalzante e di un contesto violento ed esagerato, descritto da Shirley in modo efficace, così che ad immaginare quanto accade ai protagonisti nel desertico mondo di Pandora, ci si diverte e si rimane catturati, con in più la voglia di recuperare una copia del gioco per affrontare in prima persona le numerose insidie di cui questo mondo periferico è infestato.

Comments on Facebook
Roberto Semprebene
Roberto Semprebene
Appassionato di Cinema e Videogiochi, ha fatto delle sue passioni il proprio lavoro. Ci tiene tantissimo a precisare di essere nato in un giorno palindromo, cosa che probabilmente affascina e stupisce solo lui!

Comments are closed.