Il Festival di Villa Arconati alla sua Penultima Data con Patti Smith

I Caponord si raccontano a Four Magazine
23 Luglio 2012
Alanis Morissette, il bel ritorno tra il pubblico di Roma
30 Luglio 2012

Il Festival di Villa Arconati alla sua Penultima Data con Patti Smith

Si può dire che sul palcoscenico del Festival di Villa Arconati sia salita una Patti Smith come “quella di una volta”, che non permette di commentare il classico giudizio dell’età (ha 66 ani) e che ritrova, col suo ultimo album Banga, primo disco di inediti in otto anni da “Trampin”, quella carica e quel modo di fare musica tipico di qualche decennio fa. E lei, in tutta franchezza, può ancora permetterselo: reduce da un’apparizione al Festival di San Remo, che le ha fatto guadagnare una standing ovation, Patti Smith ci ha portati in un territorio molto lontano, tipico degli anni che l’anno lanciata nel mondo della musica e di quel rock un po’ malinconico, che lascia moltissimo spazio alla riflessione, ai sentimenti, ma soprattutto alla poesia. Due gli omaggi di Patti sul palco del Festival: uno in commemorazione dell’anniversario della morta di Amy Winehouse, l’altro un omaggio a tutti i poeti della storia. Suggestivo il contesto della serata, dove un cielo con non troppe stelle è stato più volte ricordato dalla stessa Patti che ha ricordato quanto sia importante il legame con le cose vere.

Nonostante l’abbassamento delle temperature, il momento più caldo è arrivato con “Because The Night”, storico brano della Smith scritto a 4 mani con Bruce Springsteen come singolo apripista dell’album Easter del 1978.Un ritorno in Italia che non passa inosservato e che ci aiuta a ridefinire certe priorità musicali, ma soprattutto certi livelli di produzione.

Di certo l’Old Style non è destinato a dominare le classifiche, come con Patti Smith ed il suo ultimo album, ma di sicuro tiene in vita un genere musicale che ha fatto la storia e che continua a far sognare migliaia di persone.

Comments on Facebook
Gabriele Palella
Gabriele Palella
Milanese, giovane ma già competente in quella che è la sua più grande passione: la musica. Milano. Lavora, compone e produce brani, scrive e partecipa a numerosi e diversi eventi a Milano e dintorni. Di sé dice: "credo in quello che faccio, spinto dalla bellezza e dalla forza della musica che unisce, crea, intrattiene ma, soprattutto, insegna. Io ci credo a questa forza...e voi, in cosa credete?"

Comments are closed.