La Magic Hour degli Scissor Sisters: il Ritorno della Band Newyorkese

Four Magazine Incontra i FINLEY. “Fuoco e Fiamme” è il Nuovo Album Oggi in Uscita nei Negozi e Store Digitali
29 Maggio 2012
The Sun per il Settimo Incontro Mondiale delle Famiglie
1 Giugno 2012

La Magic Hour degli Scissor Sisters: il Ritorno della Band Newyorkese

Magic Hour è il nuovo ultimo album degli Scissor Sisters tornati alla carica dopo due anni altalenanti. La band, formatasi a New York nel 2001, ha infatti dovuto cancellare diversi concerti sparsi per l’Europa (incluso il concerto di Milano nel 2010) a causa di scarsi fondi economici, portando comunque in giro per il mondo il loro NightWork, album del 2010 la cui copertina riporta uno scatto del celebre fotografo Robert Mapplethorpe e che è valso per il gruppo una censura sul social network Facebook, ma questa volta la band guidata dal frontman Jake Shears sembra voler fare sul serio presentando un lavoro che segue la scia di un’estate passata a Ibiza l’anno scorso. Magic Hour è qualcosa di più di un album. È più una sorta di lezione che vuole impartire un ordine ben preciso: “Non dare conto ai giudizi altrui e segui la tua strada”, stando a quanto ha sostenuto proprio Jake Shears. Questo nuovo lavoro discografico si apre con un brano melodico in puro stile Scissor Sisters, Baby Come Home, con un pianoforte convinto e cori degni di un pezzo gospel. A seguire uno dei brani più sperimentali di tutto l’album, Keep Your Shoes, che di sicuro non riuscirà a farci stare fermi, Inevitable, altro pezzo melodico che raffredda gli animi per dare spazio ad attimo di relax. Con Only The Horses album raggiunge il suo lato più commerciale, brano scelto come secondo singolo prodotto da Calvin Harris. La voce di Jake questa volta, seguita da quella di Ana, voce femminile degli Scissor Sisters, è molto più travolgente del solito, ed è con Year Of Living Dangerously raggiungono il culmine emotivo dell’album: una ballad elettronica carica di intensità sonore e creative, come la scelta di alcuni suoni che giungono d’improvviso nel brano, seguito da Let’s Have A Kiki Shady Love (primo singolo di quest’album) che riusciranno a portarci a livelli di danza selvaggi. L’album si sussegue di brani molto originali in termini di sonorità, che sicuramente si discostano dalla commercialità del precedente album, come San Luis Obispo The Secret Life Of Letters, fino ad arrivare a Somewhere, brano che è destinato ad essere scelto come prossimo singolo.Magic Hour è un lavoro a metà tra il dance ed il pop, due generi che legano, e per ora restano da definire le date di un possibile tour che, si spera, tocchi anche l’Italia.

Comments on Facebook
Gabriele Palella
Gabriele Palella
Milanese, giovane ma già competente in quella che è la sua più grande passione: la musica. Milano. Lavora, compone e produce brani, scrive e partecipa a numerosi e diversi eventi a Milano e dintorni. Di sé dice: "credo in quello che faccio, spinto dalla bellezza e dalla forza della musica che unisce, crea, intrattiene ma, soprattutto, insegna. Io ci credo a questa forza...e voi, in cosa credete?"

Comments are closed.