Il ritorno di Marina Rei: “E mi parli di te”, il nuovo singolo.

Four Magazine incontra Estelle: Eleganza tutta RnB e Soul.
22 maggio 2012
25 anni (di carriera) e non Sentirli Addosso: Kylie Minogue e la sua “Timebomb”
27 maggio 2012

Il ritorno di Marina Rei: “E mi parli di te”, il nuovo singolo.

Maschilismo, narcisismo, ferite d’amore: sono questi gli ingredienti base del nuovo singolo di Marina Rei, E Mi Parli di Te, disponibile dal 16/05 su iTunes. Il singolo, apripista di un lavoro discografico dal titolo ancora sconosciuto, è scritto e cantato in collaborazione con uno dei personaggi più particolari della musica italiana degli ultimi tempi, Pierpaolo Capovilla, voce dei Il Teatro Degli Orrori, gruppo alternative rock italiano formatosi nel 2005. Il nuovo progetto discografico rimane in parte sconosciuto anche per il titolo e per il resto delle collaborazioni, ma per quanto riguarda il nuovo singolo così si esprime Marina Rei: ”Grazie alla poetica delle parole di Pierpaolo, il brano ha un carattere narrativo profondo, che svela le ipocrisie quotidiane del “maschilismo narcisistico”, che fin troppo spesso domina quel particolarissimo rapporto sociale che chiamiamo amore”. E proprio sulla collaborazione con Pierpaolo invece, la cantante ha dichiarato che si tratta di: ” Una meravigliosa occasione, l’incontro artistico che aspettavo da tempo con Pierpaolo Capovilla, del Teatro degli orrori, autore eclettico di grande spessore umano”.Il nuovo album di Maria Rei uscirà a settembre, a tre anni di distanza dall’ultimo lavoro in studio Musa. Per ora non ci resta che gustarci questo primo brano che dopo una serie di ascolti riesce ad entrarci in testa come una melodia dolce.

Comments on Facebook
Gabriele Palella
Gabriele Palella
Milanese, giovane ma già competente in quella che è la sua più grande passione: la musica. Milano. Lavora, compone e produce brani, scrive e partecipa a numerosi e diversi eventi a Milano e dintorni. Di sé dice: "credo in quello che faccio, spinto dalla bellezza e dalla forza della musica che unisce, crea, intrattiene ma, soprattutto, insegna. Io ci credo a questa forza...e voi, in cosa credete?"

Comments are closed.