The Avengers il Film – Marvel’s Greatest Film? Forse

Il Primo Uomo di Gianni Amelio
27 Aprile 2012
L’Oroscopo di Glo: I pianeti e il Rapporto Angolare
30 Aprile 2012

The Avengers il Film – Marvel’s Greatest Film? Forse

THE AVENGERS LA RECENSIONE

La stagione estiva è arrivata, e quest’anno trova e tira fuori dal suo cilindro un successo con il botto e un mago, Joss Whedon, per realizzare la tanto attesa trasposizione del supergruppo più atteso negli ultimi anni, The Avengers.

Legare elementi costitutivi fondanti della tradizione Marvel, insieme ad uno straordinario mix di umorismo, pathos ed euforia risulta essere la discreta ricetta per un film di supereroi che finalmente può accompagnare, da molto lontano, i meravigliosi film di Christopher Nolan nella difficile trasposizione da fumetto a cinema.

La premessa riprende da dove Captain America aveva concluso la sua storia, la misteriosa fonte di energia conosciuta come la Tesseract, tenuta in custodia dello SHIELD, è stato rubata dal fratello ladro di Thor, Loki (Tom Hiddleston) in un attacco devastante. Sulla scia di questo, Nick Fury (Samuel L. Jackson) attiva l’iniziativa Avengers, che richiede alle forze più potenti dell’universo del bene di unirsi e fermare di Loki evitando di scatenare una guerra selvaggia contro una forza aliena chiamata Chitauri.
Whedon si sente particolarmente ispirato e si affida al classico schema “uomini in una missione”; Nick Fury recluta i vari eroi alla sua causa lasciando “intravedere” una sottile eco a Kurosawa e il suo “ I sette samurai” in alcune di queste scene.

Mentre ci si potrebbe aspettare che” troppi cuochi rovinino il brodo”, Whedon mette a punto una strategia intelligente con cui dare e riconoscere ad ogni eroe ciò che gli è dovuto, tanto quando l’esercito alieno minaccia gli Avengers quanto nella parte in cui combattono tra di loro.
Le dimensioni del super-ego di alcuni Vendicatori creano alcuni esilaranti scambi durante il downtime, e in effetti, si potrebbe azzardare la teoria che la vera e principale essenza del film corrisponda alla divertente e brillante parte dedicata alla Super coesistenza/conoscenza degli Avengers.
Immaginando l’infinita riserva di carisma di Robert Downey Jr, sarebbe stato molto facile per I Vendicatori diventare gli “Iron Man and Friends”, ma Whedon regala elegantemente ad ogni personaggio singoli momenti in cui brillare.

Plauso alle raffigurazioni di Nick Fury e l’agente Coulson (Clark Gregg), la loro umanità e vulnerabilità aiuta a mettere a terra la storia in termini emotivi autentici, nonostante tutte le assurdità in corso. Mentre il gruppo di “master” assassini rappresentati da Hawkeye (Jeremy Renner) e Black Widow (Scarlett Johansson) fanno da spalla al quartetto di super Avengers.

Un film che ha praticamente tutto ciò che un fan possa desiderare: grandi prestazioni, sequenze d’azione scintillanti, spirito ironico e una dimostrazione di conoscenza di un mezzo che troppo spesso vacilla al cospetto con il mondo del fumetto.
Whedon ha rafforzato la sua reputazione come scrittore di grande umanesimo e ilarità, e afferma se stesso come un iper-capace direttore di scene di azione di grande scala.
Questo super-blockbuster risulta essere uno spettacolo gigantesco che porta il genere ad altezze da capogiro, raramente visto. In attesa del ben più autoriale e complesso The Dark Knight Rises di Nolan, non ci resta che divertirci ed esploder con “Iron Man and Friends”…ops… The Avengers!

Comments on Facebook
Valentino Cuzzeri
Valentino Cuzzeri
Appassionato delle potenzialità dei nuovi media e la loro scientifica misurabilità, intraprende una carriera accademica incentrata sul Digital World. Fermamente convinto che il web rappresenti la nuova frontiera nell’ambito della comunicazione e dei Brand, inizia la propria esperienza lavorativa collaborando come consulente con alcune delle più grandi agenzie di comunicazione e marketing non convenzionale.

Comments are closed.