PAESAGGI COMPLICATI – Complicated Landscapes

MAGNIFICA PRESENZA
16 Marzo 2012
A(NOTHER) STAR IS BORN: JENNIFER LAWRENCE
19 Marzo 2012

PAESAGGI COMPLICATI – Complicated Landscapes

Gioacchino Pontrelli, Guy Tillim, Guido Van Der Werve raccontano il rapporto tra uomo e natura.

La mostra Paesaggi Complicati è il secondo appuntamento di un ciclo di tre incontri espositivi del Contemporaneo all’interno di Palazzo Incontro e vede la partecipazione di tre artisti: Gioacchino Pontrelli, Guy Tillim e Guido Van Der Werve. L’esposizione è incentrata su grandi fotografie, oli su tela e video, che raccontano di paesaggi dove la natura e gli esseri umani, quando presenti, contribuiscono a creare un senso di straniamento dal contesto. Il paesaggio è inteso come riferimento visivo e sociale da parte degli artisti invitati.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Promossa dalla Provincia di Roma, la mostra è realizzata nell’ambito delle iniziative del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura in collaborazione con il CIAC, il Centro Internazionale di Arte Contemporanea di Genazzano. La mostra viene inaugurata dal Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.

Il Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, fortemente voluto dal Presidente della Provincia di Roma, ha l’obiettivo di sostenere le eccellenze culturali e territoriali della provincia di Roma. ‘Paesaggi Complicati’, racconta di paesaggi dove la natura e gli esseri umani, quando presenti, contribuiscono a creare un senso di straniamento dal contesto.

Il paesaggio e’ inteso come riferimento visivo e sociale da parte degli artisti invitati. Lo spazio fisico del vissuto si trasforma in corrispondenza di mutazioni anche emotive. Si tratta del secondo appuntamento di un ciclo di tre incontri espositivi del Contemporaneo all’interno di Palazzo Incontro e vede la partecipazione di tre artisti: Gioacchino Pontrelli, Guy Tillim e Guido Van Der Werve.

Gioacchino Pontrelli (Italia) presenta una grande tela e un allestimento di dipinti di piccole dimensioni, che raccontano la trasformazione dello spazio di natura attraverso gli occhi e la poetica di un artista che come pochi ha saputo creare un mélange risolto tra figurazione e astrazione. Dove quest’ultima è spesso deputata a raccontare forse più della dimensione realistica.

Di Guy Tillim (Sudafrica) è in mostra un lavoro fotografico esposto per la prima volta alla Fondazione Cartier-Bresson di Parigi e realizzato tra diversi Stati africani nel biennio 2007-2008. Lo sguardo di Tillim è indirizzato verso un viaggio interiore: si tratta di foto che, più che documentare lo stato di contesti post-coloniali, raccontano gli stati d’animo di paesaggi realmente complicati non solo nell’aspetto urbano.

Due i video di Guido Van Der Werve (Olanda) in cui la natura e la figura umana sembrano sfidarsi continuamente in un gioco di rimandi e prove di forza. Sia che si tratti di un uomo che avanza su una superficie ghiacciata con dietro una nave rompighiaccio che sembra seguirlo o che sia anche lo stesso artista che tenta di far partire un razzo. Quasi a dire che soltanto dall’alto è possibile vedere il mondo migliorato. Particolarmente accattivante il lavoro del video artista con l’opera Nummen-Zeven:  The clouds are more beautiful from above (2006) dove l’artista palesa la propria fobia verso lo scorrere del tempo. Una “complicazione temporale”, che confonde malinconia romantica con l’alienazione di esistere, facilmente rappresentate dallo scorrere delle stagioni nelle regioni polari,  o dai maestosi paesaggi bucolici . Guardando il film di Van der Werve si capisce quanto la personalità dell’autore stesso ricada nel contenuto, riportiamo una frase da una vecchia intervista ‘Un meteorite è un corpo extraterrestre che sopravvive all’ impatto con la superficie della terra senza essere distrutto. Fin da quando ero piccolo, rimanevo per ore, anche giorni a guardare le stelle’. Ed è proprio questa metafora-astrofisica, a farci capire come il tempo scivoli sopra la vita dell’artista, influenzandone le scelte artistiche e  dipingendo la propria presenza nelle evoluzioni delle nuvole.

Il ciclo espositivo prosegue fino al mese di maggio 2012. I cataloghi di ciascuna mostra verranno raccolti in un unico cofanetto a cura di Livello4 Editrice

Comments on Facebook
Valentino Cuzzeri
Valentino Cuzzeri
Appassionato delle potenzialità dei nuovi media e la loro scientifica misurabilità, intraprende una carriera accademica incentrata sul Digital World. Fermamente convinto che il web rappresenti la nuova frontiera nell’ambito della comunicazione e dei Brand, inizia la propria esperienza lavorativa collaborando come consulente con alcune delle più grandi agenzie di comunicazione e marketing non convenzionale.

Comments are closed.